Cerruti: "La Federazione si ricordi di Astori. Dzeko sottovalutato"

13.03.2018, 21:59 - letto 127 volte Calcio

Alberto Cerruti, giornalista de La Gazzetta dello Sport e opinionista di RMC Sport ha parlato a Live Show: "Dopo la grande commozione ho il timore che tutto si spenga intorno alla tragedia di Astori e per questo spero che possa essere ricordato ogni anno con un premio o qualcosa del genere. Dalla Federazione mi aspetto che facciano qualcosa per Davide Astori ma sono già rimasto scottato in merito visto che Tavecchio ha abolito un premio in memoria di Enzo Bearzot. Spero che la Federazione si ricordi in maniera concreta di Astori".

Partita decisiva per la stagione e la storia della Roma?
"E' importante per la squadra ma anche per Dzeko, giocatore sottovalutato per il gioco che fa per la squadra. Sarebbe un grande successo portare due squadre ai quarti di finale di Champions League. Adesso la Roma deve stare molto attenta a non concedere campo alla squadra. La Roma deve giocare con la testa. La Roma può e deve conquistare la qualificazione".

Faresti qualche cambio a questo punto?
"Potrebbe entrare uno come Pellegrini, per ora però la squadra sta andando bene. Credo comunque che Di Francesco qualche cambio lo farà".

Luigi Necco, un tuo ricordo?
"E' stato un grande giornalista con un dono raro come l'auto ironia. Ha insegnato a tutti a prendere il calcio come un grande gioco. Lo ricordo con grande simpatia ed è una figura rimasta nelle immagini di chi lo ha visto e nei cuori di chi lo ha conosciuto".

 

Disponibile su
Live
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.