ESCLUSIVA - Camoranesi: "Per lo Scudetto dico Juventus. Allegri un fenomeno"

14.12.2017, 14:54 - letto 588 volte Calcio

Continuano ad arrivare gli ospiti nella 'Tribuna Stampa' di TMWRadio. Per parlare di Juventus e non solo è intervenuto Mauro German Camoranesi, ex giocatore bianconero e Campione del Mondo con l'Italia nel 2006 a Berlino.

Sull'eliminazione dell'Italia dai Mondiali:

"Sono rimasto sorpreso e dispiaciuto. Il bello del calcio è anche questo e bisogna accettare la realtà".

La Juventus ha ritrovato la solidità difensiva: è la favorita per lo Scudetto?

"Adesso il campionato è diventato veramente bello. Juventus, Napoli, Roma e Inter stanno andando forte, anche se quella bianconera è ancora la squadra da battere. Cuadrado mi assomiglia? Mi fa piacere quest'accostamento, il ruolo è lo stesso. Mi piace molto vederlo giocare. Apprezzo i giocatori che saltano l'uomo e spostano gli equilibri".

Tra le altre, chi può insidiare fino in fondo la Juventus?

"L'Inter mi sembra la squadra più quadrata e quella che può arrivare fino in fondo, anche perchè a oggi ancora non ha mai perso una partita"

Cosa succede alla Juventus nelle finali di Champions?

"Trova squadre di livello superiore, semplice. Contro il Barcellona avrebbero potuto giocare anche 4 giorni di fila, ma il risultato non sarebbe mai cambiato. L'anno scorso col Real Madrid speravo invece che nella ripresa la Juventus potesse finalmente vincere, ma non è andata così. Quest'anno il sorteggio ha agevolato la squadra di Allegri: anche se il Tottenham non è una squadra semplice, negli altri ottavi molte dirette concorrenti si elimineranno a vicenda".

Cosa pensi di Allegri?

"Allegri è un fenomeno, è in assoluto il più forte nel campionato italiano per come prepara le partite. Certo se devo comprare il biglietto non vado a vedere la Juventus, per fortuna che mi invitano sempre (ride, ndr). Ancelotti per il post Allegri? Non lo so, Ancelotti ha sempre fatto cose meravigliose, facendo giocare bene le proprie squadre. E' un personaggio importante, tutti i suoi giocatori hanno sempre parlato bene di lui".

Allegri o Conte?

"Sono due grandissimi allenatori. Entrambi sono riusciti a portare avanti un calcio molto personale e allo stesso tempo vincente. Con chi mi sarei trovato meglio? Un grande calciatore si trova bene con tutti".

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.