ESCLUSIVA - Cruz: "Lazio, non farei giocare De Vrij. Balotelli maturo anche grazie a Mancini"

15.05.2018, 15:48 - letto 424 volte Calcio

Intervenuto in esclusiva ai microfoni di Maracanà nel pomeriggio di Rmc Sport, il doppio ex della sfida Champions tra Lazio e Inter in scena all'ultima giornata di Serie A, Julio Ricardo Cruz ha commentato il match di domenica prossima ma anche la nomina di Roberto Mancini a ct della Nazionale. Queste le sue parole:

"Ho vissuto emozioni bellissima sia alla Lazio che all’Inter ma il mio cuore è interista. De Vrij? Quando sono andato alla Lazio mi sono trovato in una situazione simile: ho incontrato l’Inter nella finale della Supercoppa italiana ed è stato brutto. Secondo me De Vrij si merita di non giocare, sarà con la testa da un’altra parte, non al 100% sulla partita.

Non so come abbia fatto l'Inter a perdere contro il Sassuolo. Deve assolutamente vincere e farà di tutto e di più per andare in Champions, mi auguro che sia così.

Mancini in Nazionale? Lo conosco e mi fa molto piacere per lui. Arrivare alla Nazionale italiana è la cosa più importante che possa accadere per un allenatore. L'Italia viene da anni negativi ma penso che possa rimettere a posto alcune cose che sono state distrutte negli ultimi anni. All'Inter ha formato una squadra di veri uomini, ha cercato i giocatori giusti. Ha bisogno di tempo, è un uomo e allenatore vincente. 

Balotelli? Mancini gli ha insegnato tantissimo, ora credo sia maturato e lo sta dimostrando al Nizza. 

Icardi? Sta facendo molto bene ma io stesso sono stato convocato una sola volta per il Mondiale. Lui è giovane, ha ancora tanta strada da fare. Mi auguro che possa iniziare questa strada con l'Argentina già al Mondiale. 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.