Garanzini: "Mancini ha voglia di rivincita in Nazionale"

15.05.2018, 23:10 - letto 21 volte Calcio

Gigi Garanzini, giornalista ed editorialista de La Stampa, a RMC Sport Quelli della Notte: “Io penso ad una cantera dell’Italia anche per quanto riguarda gli allenatori, così com’era una volta con i tecnici federali. Bisognerebbe tornare a quella scuola anche per gli allenatori. Detto questo Mancini mi sembra un’eccellente scelta anche per l’entusiasmo che ha mostrato nell’accettare l’incarico”.

Cosa deve fare Mancini adesso?
“Roberto è chiamato a trovare il meglio che offre il calcio italiano. Lui ha una grande voglia di rivincita ed è alla radice di questa sua scelta. Mancini ha sempre avuto un rapporto inesistente con la Nazionale perché c’era tanta concorrenza in quel ruolo. Ha dimostrato con i fatti di voler essere il commissario tecnico dell’Italia. Sente l’onore di allenare la Nazionale in maniera particolare e lo dimostra la rinuncia che ha fatto ai tanti soldi dello Zenit”.

Ha colpito il ringraziamento da parte di Mancini ai propri genitori. E' raro?
"Questo aspetto ci racconta anche un'educazione di altri tempi. Per ora Mancini non ha sbagliato una virgola, vediamo con Balotelli. Secondo me sarebbe una giocata rischiosa richiamarlo in Nazionale, ma dal punto di vista tecnico sarebbe una chiamata giusta perché l'Italia in questo momento è povera a livello tecnico".

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.