Cassani: "Mondiali, mi fido di Aru e Nibali"

11.09.2018, 15:13 - letto 219 volte Altri sport

"Mi fido di Fabio Aru, finita la Vuelta faremo una bella chiacchierata. E' sempre stato di parola, a partire da Rio, dove è stato esemplare, quindi non ho alcun dubbio. Vogliamo creare un gruppo forte e coeso". Così a 'Maracanà' il ct della Nazionale di ciclismo Davide Cassani, i nvista dei Mondiali di Inssbruck di fine settembre.

Su Nibali e Aru
"Nibali? E’ stato 20 giorni senza bicicletta, è stato un miracolo vederlo in sella. E’ normale che abbia fatica, bello averlo visto migliorato nella seconda settimana. Può fare bene in questa ultima settimana, non mi aspetto una vittoria di tappa ma in crescendo. Nibali verrà di sicuro al Mondiale, Fabio invece speravo andasse meglio ma non è in discussione.

Innsbruck, quali i momenti chiave?
"Potrebbe essere un Mondiale anomalo, difficile dire che si possa decidere nel finale. Potrebbe risolversi tutto prima dell’ultima salita. Per questo serve una squadra forte e fare la stessa cosa vista nel campionato Europeo con Viviani. Avversari temibili? Tanti, mi fanno paura i fratelli Yates, ma anche Roglic, i colombiani, Sagan, ma sono tanti".

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.