Di Gennaro: "Napoli, mi aspetto un colpo. Inter vicina alla Juve"

09.08.2018, 20:48 - letto 83 volte Calcio

Pjaca il nuovo '10' di Firenze, l'Atalanta che continua a lavorare bene e il mercato dell'Inter e del Napoli. Questi e molti altri i temi trattati da Antonio Di Gennaro, opinionista ed ex giocatore, nel Live Show di RMC Sport: 

Pjaca ha preso la numero 10 della Fiorentina...
"È una maglia importante, era di Antognoni: un simbolo di Firenze. Se l'ha scelta però ha tante motivazioni. Si può sognare qualcosa in più perchè con Simeone e Chiesa forma un tridente giovane e affamato. Bisognerà rinforzare il centrocampo e la difesa, sopratutto sui terzini".

L'Atalanta continua a lavorare bene:
"C'è continuità ed è la dimostrazione che Gasperini è un maestro. La mentalità è quella di fare calcio, lui fa un calcio totale valorizzando i giovani: sa qual è la filosofia della società. L'acquisto di Zapata poi è importante. L'unica cosa da valutare è che hanno iniziato presto quest'anno, a un certo punto della stagione ci potrebbero essere delle difficoltà fisiche. Ma questa squadra credo possa fare bene in tutte le competizioni".

Su Keita-Inter:
"Caratterialmente ha sempre avuto qualche problema e la maglia dell'Inter è pesante. È un giocatore di qualità, è forte nell'uno contro uno ed è utile nel rompere gli equilibri in campo. Modric? Ha uno spessore tecnico incredibile ed è un professionista esemplare. Mi auguro che venga, significherebbe che il nostro calcio ha ancora un certo appeal. Sono sicuro che tra due tre anni l'Inter raggiungerà la Juventus, anche per quanto riguarda il fatturato".

Da chi ti aspetti di più nell'ultima settimana di calciomercato?
"Dal Napoli, mi aspetto un colpo in attacco del livello di Benzema e Cavani. Servirebbe anche un difensore forte. Gli azzurri, in questo momento, è leggermente dietro all'Inter. Il San Paolo? Dobbiamo confrontarci con l'Europa, bisogna fare un intervento strutturale allo stadio. Aumenterebbe anche il fatturato del club con un impianto rinnovato: è un discorso valido per tante altre società italiane". 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.