Lanna: "Roma, De Rossi importante. Pastore difficilmente ritroverà spazio"

11.02.2019, 22:25 - letto 97 volte Calcio

L’ex Samp e Roma Marco Lanna nel Live Show di RMC Sport è tornato sull’ultima giornata di campionato ma non solo.

Sulla partita della Roma con il Chievo
"Sicuramente ha dato fiducia, la Roma ha bisogno di continuità ora. La sta trovando, domani in Champions sarà dura, ma già aver ritrovato Dzeko è molto. Serve anche un po’ di tranquillità difensiva, che ha pagato negli ultimi tempi. Poi il ritorno di De Rossi è un altro aspetto importante. Domani sarà un’altra storia contro una squadra molto navigata, abituata alla Champions. E’ una squadra rognosa, che come dice Di Francesco può riaccendere gli entusiasmi".

Su De Rossi
"E’ un giocatore che con la sua credibilità serve, fa da collante con i tifosi e con gli stessi compagni di squadra. E’ importante per la sua professionalità".

Sulla squadra
"Ha cambiato tanto, e ha preso tanti ragazzi giovani. L’assenza di De Rossi si è sentita, quindi il suo ritorno, aldilà delle sue prestazioni, fanno sì che poi tutti quanti, soprattutto i nuovi, si appoggino a lui nel gioco ma anche mentalmente, per avere una guida. Le grandi squadre devono avere un gruppo che faccia da guida, o un tecnico che accentri tutte le motivazioni, alla Mourinho. Di Francesco ha credito ma è anche molto giovane, potrebbe avere qualche problema in tal senso. Per questo avere giocatori di personalità come De Rossi può compattare la squadra".

Su Pastore
"Con il Porto potrebbe essere utile, è stato comprato per le qualità e l’esperienza. Quando è stato chiamato in causa non è mai stato all’altezza. Ci si aspetta molto, ma è mezza punta-trequartista e qui non trova la sua collocazione precisa. Zaniolo sta facendo ottime gare ed è lui il suo sostituto. Togliere ora Zaniolo è impossibile, sta crescendo tanto. La vedo duro per Pastore trovare spazio in questa Roma".

Sulla Juventus
"La Juve si è attrezzata negli anni per arrivare fino in fondo in Champions. Ronaldo ha portato personalità e mentalità vincente. Penso che con la difesa blindata con Bonucci e Chiellini, soprattutto in Champions, possa arrivare in finale. La facilità con cui vincono le gare, magari anche non giocando bene, dice tanto. Ha imparato a soffrire e questo è merito di Allegri, che ha fatto crescere dei ragazzi che si sacrificano, vedi Mandzukic ma anche lo stesso Ronaldo. Tutti sono al servizio della squadra e questo fa la differenza tra la piccola e la grande squadra".

Sulla Sampdoria
"Il Frosinone è migliorato molto, ci sta il ko in un campionato perdere. E’ comunque lì per giocarsela per un posto in Europa, si è trovata una squadra chiusa che ha colpito con pochi tiri. Crisi? Voglio vedere contro l’Inter, è una sfida che dirà molto. Ferrero? E' una società che ottiene ottimi risultati in Italia, a livello economico è una società sana. Certo che ad alcuni tifosi può non piacere, soprattutto le sue esternazioni. Qualche errore di comunicazione lo ha commesso, ma prima di giudicarlo dovrei conoscerlo. Il personaggio però è così. Per ora da sampdoriano non si può dire nulla sul suo operato come società".

Disponibile su
Live
05:05R

2 In Fuorigioco
ora in diretta!
07:05

Teste di Calcio
09:05

L'Edicola MC Sport
10:05

Linea Diretta
11:05

Al VAR dello Sport
12:05

MC Sport Football Club InterLine
13:05

MC Sport Maracanã
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.