Micheletti: "Con Donnarumma e Immobile l'Italia non va lontano"

16.05.2018, 21:54 - letto 156 volte Calcio

Ospite del Live Show di RMC Sport, il giornalista Giorgio Micheletti ha commentato l'arrivo di Mancini sulla panchina della Nazionale e il futuro di Sarri: 

Come valuta la scelta di Mancini come ct azzurro?
"Credo abbia vita difficile. Il problema è la rosa, non è certo Balotelli che innalzerebbe il tasso tecnico della squadra. L'Italia non ha ancora trovato i suoi protagonisti giovani: Mancini ha ancora due anni di lavoro pieno. Io credo che i ct debbano uscire da una scuola, quella di Coverciano, come era stato Bearzot, Vicini e Maldini: lì esce il valore e il significato di fare il selezionatore della Nazionale. Avrei preferito che l'accordo avesse avuto durata quadriennale, in modo tale che dopo l'Europeo Mancini potesse cominciare a lavorare avendo già qualcosa in mano. Se tu hai Donnarumma e Immobile, in riferimento alla qualità degli avversari, non vai da nessuna parte".

Sarri rimarrà a Napoli?
"Non lo so, entrambe le parti si stanno scontrando con le rispettive ragioni. De Laurentis ha sentito anche Ancelotti, con lui il Napoli potrebbe fare un discreto passo in avanti. Ancelotti su una panchina chiama automaticamente dei giocatori, il suo nome ti apre determinate porte. Avendo un tecnico come lui in panchina partiresti con un +10 rispetto agli avversari".

Disponibile su
Live
11:05

Al VAR dello Sport
ora in diretta!
12:05

RMC Sport Football Club Stile Juventus
13:05

RMC Sport Maracanã
17:05

A Tutto Mercato
19:05

RMC Sport Live Show
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.