Oliveira: "Barella lascerà Cagliari. La Fiorentina deve tenere Pioli"

15.03.2019, 20:00 - letto 82 volte Calcio

Luis Oliveira, ex giocatore di Cagliari e Fiorentina, è intervenuto nel Live Show di RMC Sport prima del fischio d’inizio di Cagliari-Fiorentina: “Alla gente non è piaciuta la sconfitta di Bologna ma il Cagliari in casa ha dimostrato di essere una grandissima squadra, compatta e con tanta voglia. Alla Fiorentina mancano soprattutto i punti del girone di andata perché nel ritorno ha fatto un girone molto bello. I viola si sono allontanati dalla zona Europa ma c’è ancora speranza. Il secondo tempo contro la Lazio mi è piaciuto tantissimo”.

L’arrivo di Muriel ha dato qualità alla Fiorentina?
“E’ un giocatore che conosceva già la Serie A. E’ arrivato con grande entusiasmo e con grande voglia di dimostrare che è ancora un grande campione. Se la Fiorentina lo avesse avuto dall’inizio del campionato sicuramente si poteva parlare di una stagione più importante”.

Cagliari, Barella lascerà il club a fine stagione?
“Il Cagliari ha un grandissimo settore giovanile e questo è il vantaggio di una società come questa. Solo così può dare qualcosa importante a tutto l’ambiente. Barella è cresciuto tantissimo è un giocatore di grande personalità ed è finito nel mirino di tante squadre. Penso che a fine stagione lascerà il Cagliari”.

Pioli e Maran, che pensi dei due tecnici?
“Pioli ha fatto e sta facendo un grandissimo lavoro. Se avesse avuto i giocatori che voleva dall’inizio la Fiorentina sarebbe stata in una posizione molto importante. Pioli è un allenatore che mi è sempre piaciuto ha carattere e umiltà e fa giocar bene la squadra. La Fiorentina deve tenersi stretto Pioli perché può rappresentare il futuro. Maran? Qualche volta lascia un po’ a desiderare il gioco del Cagliari. E’ un grande allenatore e sta dimostrando di saper lavorare bene in una squadra di provincia. Speriamo che si possano salvare perché per il Cagliari è quello lo scudetto da raggiungere”.

Serie A, qual è la squadra che più ti ha sorpreso sino a ora?
“Lasciando stare la Juventus che sta facendo un campionato diverso dico il Milan perché nessuno se lo aspettava così. Qualche mese fa l’avventura di Gattuso sembrava quasi finita e invece la società ha avuto la forza di tenere l’allenatore perché la colpa non era solo sua e a gennaio hanno costruito una squadra solida con Piatek e Paquetà. Il Milan oggi è una squadra completa”.

Da chi ti aspettavi di più?
“Inter e Roma. I nerazzurri erano partiti per vincere il campionato con Napoli e Juventus. Stesso discorso per la Roma e quindi oggi c’è un po’ di delusione”.

Che pensi del ritorno di Ranieri alla Roma?
“Mi fa piacere da suo ex giocatore che sia tornato. E’ stato molto fortunato in Inghilterra perché nel Leicester aveva un grandissimo gruppo. Mi è dispiaciuto che lo abbiano esonerato. Questo ci fa capire che nessun allenatore ha il posto fisso. Ranieri adesso ha avuto la grande possibilità di tornare a casa sua ad allenare la sua Roma e speriamo possa dare la svolta alla stagione”.

Qual è il giovane italiano più forte che c’è in questo momento?
“Zaniolo e Chiesa. Federico sta confermando partita dopo partita di essere un grandissimo giocatore ed è importante anche in chiave Nazionale”.

Chi andrà in Champions League?
“Oltre alla Juventus il Napoli che ha un certo vantaggio sulle altre. Poi la lotta è aperta a tante squadre. Sarà un campionato bellissimo perché le squadre sono tutte molto vicine”.

Disponibile su
Live
13:05

MC Sport Maracanã
ora in diretta!
16:05

Zona X
17:05

MC Sport Live Show
21:05R

MC Sport Maracanã
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.